Home Convocazioni Azzurri RESITA (ROMANIA) 10TH WKC CUP

In questo mio scritto vorrei trasferire ai pazienti lettori le sensazioni e le emozioni vissute in trasferta questa sorta di diario di viaggio che vuole essere il mio contributo per ringraziare la Fiam e tutti i suoi tesserati, passando dai partecipanti ed arrivando alle singole società, è un metodo per far vivere almeno in parte quanto succede in una trasferta.

Giovedì 21: Ritrovo a Fiumicino per tutti i partecipanti inizia questi 5 giorni di viaggio alla volta del 10 European Cup che quest’anno si svolgerà a Resita (Romania). Già dalle prime ore si respira la tensione e l’entusiasmo dei ragazzi coinvolti, le emozioni sono sempre le stesse ma ogni volta nuove, vedi i giovani atleti alla prima esperienza passare sui loro volti: preoccupazione per gli avversarsi, voglia di vincere, voglia di esperienze nuove, paura ma forza di volontà, un’allegria velata da tensione; anche nei più veterani vedi le stesse sensazioni perché ogni volta è come la prima. I dirigenti iniziano le operazioni di organizzazione, il controllo che tutti siano in regola e che tutti stiano nel gruppo. Il Presidente Massimo Di Luigi fa il suo primo discorso su quanto si aspetta dagli atleti: puntualità ed educazione, presenta i coach e da loro le istruzioni Flavien Canto ed Augusto Sambucioni saranno il rifermento della compagine atleti, gli arbitri rappresentati da Luca Proietti, Enzo Carbotta e Giuseppe La Barbera dovranno essere attenti ed avere gli occhi aperti nelle varie fasi, i dirigenti Bruno Gilardi Vice Presidente Wkc e Marcello Penna dovranno difendere l’Italia nelle varie sfaccettature in gara e nei tavoli di lavoro internazionale. Resto io che coordino le operazioni insieme a Massimo e noi avremo il compito di organizzare, presenziare a tutte le riunioni con i comparti internazionali, unire e difendere la Fiam. Spesso mi accorgo che quando si pensa ad una trasferta viene trascurata l’importanza di ogni singolo fissando il pensiero solo sulla medaglia…per questo vorrei raccontare come funziona la macchina organizzativa e sottolineare che ognuno dei 20 presenti ha la sua mansione. Si parte! Arrivo previsto ore 17.45 a Timisoara per prendere il pullman che ci porterà all’Hotel, dopo una breve cena i ragazzi sono finalmente in camera, il viaggio è stato lungo più del previsto e stremati tutti si affidano al sonno che è pieno di speranze e preoccupazione.

Venerdì 22: Tutti a colazione ora si inizia il vivo della trasferta il programma del giorno è intenso, si parte alla volta del Palazzetto per le registrazioni e prove peso. Ci accolgono Bruno e Marcello, già al lavoro ed entrati nel ruolo di dirigenti WKC le operazioni sono sempre delicate, i dirigenti Fiam indaffarati per i controlli, gli atleti preoccupati di essere nel peso dichiarato, gli arbitri a ripassare e controllare i regolamenti… seguiranno i meeting per coach ed arbitri e gli allenamenti per gli atleti. Alle ore 18 inizia il General Meeting WKC e mentre gli atleti rientrano in hotel noi dirigenti siamo impegnati in queste importanti finestre di discussione, la serata si conclude con il ricevimento presso il Municipio di Resita con la presentazione delle Nazioni partecipanti e la conferenza stampa…. E in un batter d’occhio il venerdì è finito.

Sabato 23: Finalmente inizia la gara! Partono le categorie “Children” l’Italia Fiam è rapprensentata da Matteo Boestian, Alessio Speranza e Gabriele Schiavone tutti appartenenti alla società KARATE VIADANA che si cimenteranno nelle due specialità seguiti dai coach Fiam. Ed ecco i primi risultati esaltanti:

  • Kata Ind (8-9Y)
    • 2 Argento ALESSIO SPERANZA
  • Kumite Ind. (10-11Y) -45 kg Sanbon
    • 1 Oro BOESTIAN MATTEO
  • Kata Ind. (12-13Y)
    • 2 Argento SCHIAVONE GABRIELE
  • Kumite Ind. (12-13Y) -50 kg
    • 2 Argento SCHIAVONE GABRIELE

I giovani campioni aggregati alla delegazione dimostrano il loro valore, un ringraziamento ai genitori che hanno colto l’oppurtinità che Fiam dà a tutti gli atleti volenterosi ed hanno portato i giovini karateka al raggiungimento di ottimi risultati.

Ora è la volta dei Cadetti 14-15 anni e 16-17 anni che dovranno eseguire le prove di kata, in campo Lorenzo Callegari (CSK LIGURIA), Ciro Costanzo (POL. CORASSORI), Diego De Santis (KARATE FRASCATI) e Alessandro Montori (POL. CORASSORI) saranno impegnati nella gare individuali, squadre e rengokai.

  • Kata Ind. Male Wadoryu Cadets (14-15Y)
    • 1 DE_SANTIS DIEGO
  • Kata Ind. Male Shotokan Cadets (14-15Y)
    • 1 COSTANZO CIRO
    • 2 MONTORSI ALESSANDRO
  • Kata Ind. Male Shotokan Cadets (16-17Y)
    • 1 CALLEGARI LORENZO
  • Kata Male Shotokan Cadets (14-15Y) Team
    • 1 ITA#5 (CALLEGARI LORENZO, COSTANZO CIRO, MONTORSI ALESSANDRO)
  • Kata Rengokai Male Cadets (14-15Y)
    • 1 COSTANZO CIRO
    • 2 MONTORSI ALESSANDRO
  • Kata Rengokai Male Cadets (16-17Y)
    • 1 CALLEGARI LORENZO

Eccellenti prove per i nostri cadetti che ora lasciano l’area di gara ai compagni Junior/senior.

Scendono nel tatami in preparazione le nostre ragazze: Giulia Cortesi (MUSHIN –ESCHILO 2) Siria Nicoletti (SSD ANCELLE), Sara Petroni (GKG) e Derirèe Santarelli (WADO KAN)

  • Kata Ind. Female Wadoryu Junior (18-20Y)
    • 1 PETRONI SARA
    • 2 NICOLETTI SIRIA
  • Kata Ind. Female Wado Senior (18Y+)
    • 1 SANTARELLI DESIREE
    • 2 CORTESI GIULIA
  • Kata Female Wadoryu Senior Team White-Black
    • 1 ITA#4 (CORTESI GIULIA, SANTARELLI DESIREE, NICOLETTI SIRIA)
  • Kata Rengokai Female Seniors
    • 1 NICOLETTI SIRIA
    • 2 SANTARELLI DESIREE
    • 3 PETRONI SARA

Ora tocca ai maschi rappresentati da Fabrizio Ascone (MUSHIN- ESCHILO2), Alexander Fyall (KARATE FRASCATI) e Thomas Vaporidis (YOSHOKAN)

  • Kata Ind. Male Wado Junior (18-20Y)
    • 2 FYALL ALEXANDER
    • 3 VAPORIDIS THOMAS
  • Kata Ind. Male Wadoryu Senior (18Y+)
    • 1 ASCONE FABRIZIO
  • Kata Male Wadoryu Senior Team White-Black
    • 1 ITA#1 (ASCONE FABRIZIO, FYALL ALEXANDER, VAPORIDIS THOMAS)

La giornata volge al termine con grande compiacimento, le tante medaglie ottenute rendono il clima leggero e allegro, stanchi ma felici si apprestano all’evento a loro rivolto LA CERIMONIA D’APERTURA dove sfileranno brandendo il tricolore fieri di rappresentare l’Italia. Musica, balli e i discorsi di benvenuto dall’organizzatore Rumeno concludono questo sabato, cena e subito a letto per prepararsi all’indomani dove il Kumite sarà protagonista.

Domenica 24: Inizia la giornata in tensione tutti pronti a combattere la loro battaglia, dopo i risultati ottenuti nel kata, ora c’è da dimostrare CORAGGIO la frase incisa nella loro mente dal Presidente il giorno prima è: “Testa e Cuore” tutti i partecipanti dovranno fare di questa frase un motto perché racchiude l’essenza e la motivazione che ogni azzurro deve avere. Via! scendono in campo uno dopo l’altro tutti gli azzurri e arrivano le medaglie:

  • Kumite Ind. Male Cadets (14-15Y) -60 kg White-Black Sanbon
    • 1 MONTORSI ALESSANDRO
  • Kumite Ind. Male Cadets (14-15Y) +60 kg White-Black Sanbon
    • 3 DE SANTIS DIEGO
  • Kumite Ind. Male Cadets (16-17Y) -60 kg White-Black Sanbon
    • 1 CALLEGARI LORENZO

La gara a squadre riscalda gli animi le tifoserie esplodono e i nostri cadetti perdono la finale con la Romania ma ottengono un bell’argento.

  • Kumite Male Cadets (14-15Y) Team open kg White-Black Sanbon
    • 2 ITA#1 (COSTANZO CIRO, DE SANTIS DIEGO, MONTORSI ALESSANDRO)
  • Kumite Ind. Male Senior (18Y+) -68 kg White-Black Sanbon
    • 3 ASCONE FABRIZIO
  • Kumite Ind. Female Senior (18Y+) -55 kg White-Black Sanbon
    • 1 SANTARELLI DESIREE
    • 2 NICOLETTI SIRIA
  • Kumite Ind. Female Senior (18Y+) -60 kg White-Black Sanbon
    • 1 PETRONI SARA
    • 2 CORTESI GIULIA
  • Kumite Female Senior Team open kg White-Black Sanbon
    • 1 ITA#2 (CORTESI GIULIA, SANTARELLI DESIREE, PETRONI SARA, NICOLETTI SIRIA)

Come per i cadetti la gara a squadre kumite senior è entusiasmante purtroppo subiamo un pesante infortunio Alexander Fyall deve abbandonare per un colpo al naso con sospetta frattura, l’atleta è accompagnato all’ospedale, tutto si risolverà senza grossi danni, ma intanto i compagni con forza di volontà riescono ad ottenere la vittoria

  • Kumite Male Senior Team – kg White-Black Sanbon
    • 1 ITA#3 (ASCONE FABRIZIO, FYALL ALEXANDER, VAPORIDIS THOMAS)

Ora tutto è stato giocato la tensione che ha accompagnato la delegazione per tutta la trasferta si è dissolta resta solo la felicità e le belle impressioni, la stanchezza e la fatica svaniscono nell’udire l’Inno d’Italia questa melodia suonata tante volte inorgoglisce tutti soprattutto noi dirigenti che possiamo essere più che appagati e trovare ancora più stimoli per dare il massimo, grande lavoro di cooperazione, ognuno ha lavorato per il bene comune, dai coach impegnati a sostenere gli atleti agli arbitri che costantemente hanno giudicato salvaguardando la giustizia e l’equità. Ora si festeggia i risultati! Domani si faranno i bilanci ……

Lunedì 25: ora si rientra, tutti sono rilassati e ciarlieri ci si racconta le esperienze e si raccoglie le impressioni, il clima è rilassato. Ora tutti hanno fretta di rientrare alla vita di tutti i giorni ma l’esperienza vissuta poterà con sé un insegnamento, un emozione e una crescita individuale.

Da dirigente ho solo una conclusione stiamo lavorando per dare a tutti queste soddisfazioni e anche se a volte il pessimismo si può insinuare nelle menti vedere questi risultati e vivere le passioni dei ragazzi dà una grande forza.

Concludo con il ringraziare i miei compagni di trasferta, sono orgogliosa di aver vissuto con loro questa avventura, porto a casa la stima, l’affetto e la gioia di vedere un bel gruppo coeso. Grazie!

Manuela Negrini